Weather:
city not found
Homecovid19In Francia, Astrazeneca sospeso in Mosella per dubbi sulla variante sud-africana

In Francia, Astrazeneca sospeso in Mosella per dubbi sulla variante sud-africana

di Enrico Martial

Vicino al confine con la Germania, nel dipartimento francese della Mosella, il vaccino Astrazeneca “non è raccomandato” dall’Alta autorità sanitaria (HAS), perché considerato meno efficace nei confronti della variante sud-africana del Covid. Rispetto al resto del Paese, in cui è stimata intorno al 5% dei casi, nella Mosella la variante rappresenta circa il 35% degli attualmente positivi.

L’autorità sanitaria francese ha adottato questa posizione il 9 aprile in seguito “agli annunci del governo sudafricano sulla ridotta efficacia del vaccino Astrazeneca contro le varianti locali” e “in attesa di chiarimenti scientifici più approfonditi sul tema”.

L’Agenzia regionale per la salute sta quindi utilizzando vaccini di tipo mRNA, cioè Pfizer e Moderna. Questo criterio è applicato anche ai dipartimenti d’oltremare di Mayotte, Guyane, e La Réunion, in cui la variante sud-africana è stimata dal 40% al 48% dei casi.

Dal 31 marzo anche il confinante Land della Saar ha sospeso l’impiego del vaccino Astrazeneca.

La Francia si trova in un lockdown nazionale, con alcune flessibilità di movimento personale, per 4 settimane, fino al 3 maggio, con restrizioni all’attività scolastica.

Written by

Redazione: Claudio Risso: Direttore Responsabile --- Gian Paolo Zanetta: Direttore Editoriale --- Federico Dolce ---

No comments

Sorry, the comment form is closed at this time.